Manca pochissimo!!

Ehy! Ho diverse novità da comunicarvi!
Pochi giorni dopo essere tornato a casa dall’orientation tenutasi a Ravenna, la Wep mi ha telefonato dicendomi che avevano trovato una famiglia disposta ad ospitarmi per il mio anno! Ho letto attentamente la loro application e subito me ne sono innamorato. Una famiglia composta da madre, padre ed un bimbo di quasi 6 anni e vivono tutti insieme in un paesino chiamato Grand Bay. Poco dopo ho cominciato a conoscerli e in seguito ho pure fatto una videochiamata skype con la Hostmum(quel momento è stato bellissimo anche se avevo una paura immensa di non capire ciò che avrebbe detto, ma alla fine tutto è andato bene).
Agli inizi di giugno ho avuto gli esami di terza superiore e sono uscito con il massimo dei voti grazie soprattutto alla tesina che stavo preparando da mesi!
I mesi passavano e la partenza si avvicinava e io ancora non avevo nessuna notizia sul visto che mi sarebbe servito per entrare negli States, quando negli ultimi giorno di Giugno mi è arrivata la mail con scritto che sarei dovuto andare il 1º Luglio insieme ad altri Weppini a Milano all’appuntamento con il console per fare il visto americano..finalmenteeeeeeee!
Circa una settimana dopo l’appuntamento ho ritirato il visto e da quel giorno, sto aspettando solamente il giorno della mia partenza. Oggi è mercoledì 29 luglio e domenica mattina ho il volo da Milano Linate che, con uno scalo a Francoforte, mi porterà a New York dove starò per 3 giorni insieme ad altri ragazzi per visitare la città. Dopodiché il 5 agosto prenderò nuovamente l’aereo con destinazione Alabama!
Non vedo davvero l’ora di partire, un po di ansia c’è ma nemmeno così tanta da star male. Sono davvero contento di poter vivere questa fantastica esperienza e sono solo in attesa che arrivi Domenica. Tanti miei amici Weppini sono già partiti e tanti stanno partendo proprio in questi giorni.
In questo momento sto anche pensando alla valigia, e non è affatto semplice, devo riuscire a far stare tutto in soli 23 kg e spero solo di riuscirci ahaha
Ho anche aperto un canale YouTube dove pubblicherò video riguardanti le mie giornate e la mia esperienza e potete trovarlo seguendo questo link :
https://www.youtube.com/c/DavidePiarulli
D’ora in poi dovrei riuscire ad aggiornare più spesso il blog, per il semplice fatto che avrò qualcosa da raccontare rispetto ad ora, magari durante il viaggio pubblicherò qualche foto!
Ciaoooo!!

Annunci

Orientation a Ravenna!

Ciao a tutti ragazzi! È da tantissimo tempo che non aggiorno, ma per il semplice fatto che non è mai successo nulla di così importante da dovervelo raccontare. Ora però, qualcosa da raccontarvi lo ho! Infatti il weekend passato ovvero da venerdi 22 maggio fino a domenica 24 insieme a tutti i ragazzi/e d’Italia che partono per un’anno,semestre o trimestre all’estero, l’ho passato a Ravenna! Quest’anno l’Orientation si è tenuta proprio a Ravenna, in un camping chiamato “Spina Village”. Un camping molto carino e molto grande infatti ospitava tutti noi che eravamo circa 900 studenti! Veramente tanti insomma, e stavamo in bungalow per la notte e di giorno sempre in giro per il camping seguendo le varie attività che venivano proposte.

Partiamo dall’inizio: io sono partito dalla stazione di bergamo in treno insieme ad una decina di altri ragazzi, abbiamo raggiunto la stazione di milano dove abbiamo incontrato tantissimi altri weppini; poi alla stazione di Bologna, che era il maggiore scalo per tutti, anche per chi veniva dal sud ed infine Ravenna da dove siamo partiti con delle navette con destinazione: camping! In pullman ci abbiamo messo circa una mezz’ora, e all’arrivo siamo stati indirizzati verso le varie sistemazioni. Siamo stati accolti dai vari coordinatori WEP i quali ci hanno accolto con molto entusiasmo. Abbiamo cenato a turni dato l’enorme numero di studenti. Il giorno dopo sono cominciate le attività o sessioni come le chiamano loro… Non vi racconterò tutto nel dettaglio per non rovinarvi magari la sorpresa se sarete anche voi dei futuri Exchange Students. In breve ci hanno dato diverse informazioni sulla scuola del paese ospitante scelto, della host family, delle varie regole da rispettare e altre piccole cose unite anche da qualche gioco all’interno come il classico gioco  del filo che c’è ad ogni orientation che è stato anche molto divertente! Tra le varie sessioni c’era molta libertà, infatti avevamo orari abbastanza larghi e quindi comodi. Personalmente dò un giudizio molto positivo a questa Orientation, peccato un po per il tempo, ma ho trovato comunque tantissimi compagni che condividevano le mie stesse paure e stessi pregiudizi.

Sono stati 3 giorni davvero indimenticabili e che auguro anche a te futuro weppino se stai leggendo, perché è proprio l’occasione giusta per conoscere tantissima nuova gente e per cominciare ad entrare nell’ottica dell’Exchange Student. Oltre a questa novità riguardante l’orientation, non ho altri updates, sono ancora uno weppino orfano in attesa di una family che spero non arrivi troppo tardi!

Per ora è tutto ragazzi, spero di poter riuscire ad  aggiornare più frequentemente il Blog, anche se la vera attività comincierà dal mio arrivo negli States! Ciaoooo!

È definitivo, si parteeee!!

Premetto che questo sarà un brevissimo aggiornamento su quello che è successo oggi..
Giovedì scorso ho sostenuto il colloquio di selezione a Milano, e questa sera (3 Novembre) mi è arrivata una mail dalla Wep con la conferma definitiva della partenza per gli USA.
Ancora sto realizzando cosa significa veramente, tra esattamante un anno, io non sarò qui, ma sarò là! E so che sarà una delle esperienze più belle della mia vita. Da oggi ho esattamente 21 giorni per completare il mio WepBook, già ci ho dato un’occhiatina e sembra abbastanza impegnativo, però d’altronde serve più di qualsiasi altra cosa per la buona selezione della scuola e della famiglia ospitante.
Per ora non ho più notizie da comunicarvi e credo che per un po di tempo non ci saranno più post, finchè non avrò qualche aggiornamento utile.
A presto!!

Il colloquio di selezione!

Ciao a tutti, cari lettori!
Oggi ho deciso di scrivere questo post per parlarvi un po di come è andato il mio colloquio di selezione con la WEP!
Giovedi 30 Ottobre alle 14.00 mi sono presentato alla sede di Milano per sostenere il mio colloquio. Subito mi hanno fatto fare una “piccola” introduzione con i soliti dati anagrafici e altre informazioni ed anche una lista di 200 aggettivi(se non erro) di cui dovevi spuntare tutti quelli che ti riguardavano, ce ne erano di davvero strani! Ma in fondo a loro serve davvero capire come sei per farti fare un’esperienza migliore possibile.
Successivamente, dopo alcuni minuti di attesa (dove ho anche parlato con gli altri ragazzi/e che erano li con me, si non ero solo! Infatti eravamo in 7, 4 ragazze e 3 ragazzi) mi aspetta il colloquio con la psicologa.
Ho sempre sentito parlare non molto bene del colloquio con lei, perchè dicono che ti metta in difficoltà e che ti osservi in ogni tua smorfia o minimo movimento..beh è normale è il suo lavoro, ma se riuscirete ad essere voi stessi, non preoccupatevi, sarà veramente facile! Dovrete solo rispondere ad alcune sue semplici domande che possono essere: come mai vuoi andare all’estero, oppure, hai un buon rapporto con i tuoi familiari? Diciamo tutte domande abbastanza personali. Ma passiamo oltre..
Dopo questa mezz’oretta di Psicologa, mi hanno fatto fare il test scritto in inglese, qui il livello già si alzava un pochino. Mi hanno dato un IPod con auricolari ed una traccia audio inserita, dovevo ascoltare dei dialoghi e poi rispondere a delle domande non troppo difficili. Dopo la parte di listening ho fatto il reading anch’esso abbastanza facile, basta leggere bene e si fa senza nessuna complicazione.
Infine dopo il test scritto e dopo aver aspettato altri interminabili minuti, mi hanno chiamato per fare il colloquio orale in lingua inglese. Devo ammettere che non era poi così complicato, però ci sono state un paio di domande che mi hanno fatto fermare e riflettere ed ho avuto un po di difficoltà..
Una volta finita anche l’ultima prova mi hanno consegnato lo zaino WEP e sono potuto tornare tranquillamente a casa..
Ricapitolando, diciamo che non è stato nulla di eclatante, nulla di impossibile, bisogna essere decisi ed avere le idee chiare e vedrete che non ci sarà nessun problema.
Per oggi credo possa bastare, non ho altro da dirvi, appena mi arriveranno i risultati circa tra 1 settimana o poco più, vi informerò se partirò ufficialmente per gli Stati Uniti oppure no..
Speriamo in bene! Alla prossima
Ciaoo!

Dal principio..

Come hai potuto leggere nella mia presentazione, il mio sogno è sempre stato e lo è attualmente trasferirmi in America e iniziare una vita del tutto diversa. Qualche anno fa, precisamente nel 2009, insieme a mia madre sono andato negli USA ed insieme abbiamo viaggiato per tutta la east-coast e devo ammettere che quell’esperienza ha fatto crescere ancora di più il mio sogno.
Da quell’anno non ho fatto altro che pensarci ancora di più e mi ripetevo sempre che una volta raggiunti i “fatidici” 18 anni, me ne sarei andato di casa e avrei preso il primo volo destinazione: “New York”..
Poi però quest’estate mi è giunta voce che un mio compaesano era partito per la Nuova Zelanda per un anno scolastico, e poco dopo, un altro per l’America per lo stesso motivo! E mi sono detto: “perchè non informarmi? Magari posso farlo anche io!”. Cosí nell’agosto di quest’anno ho cominciato a cercare in internet un po di informazioni e avevo trovato tantissime associazioni che ti permettevano di partire, di lasciare l’Italia per un anno, studiare l’inglese e vivere in una famiglia locale. Dopo circa un mese avevo definitivamente scelto con quale associazione partire.. La WEP! Infatti loro rispetto ad altre che avevo “visto” mi sembravano migliori, idea che si è confermata poi sabato 18 ottobre a Milano durante uno degli incontri informativi dove mi sono state spiegate tantissime cose molto utili.
Lo stesso giorno, una volta tornato a casa abbiamo richiesto immediatamente il colloquio di selezione, che per me che ho scelto gli Stati Uniti, ho scoperto essere di circa 3 ore e mezza.. Aiutooo!! Dovrebbe essere composto da 1 ora e mezza di test orale in inglese e le restanti due ore da un colloquio motivazionale con uno psicologo, dico “dovrebbe” perchè nel momento in cui sto scrivendo ancora non lo ho fatto, ho l’appuntamento per il 30 ottobre quindi vi racconterò meglio quando tornerò dall’incontro!
Per questo mio primo articolo penso sia tutto, vi terrò aggiornati appena riceverò delle news!
A prestoo!